Perché la pubblicità tradizionale è e resterà importante?

  • Autore: Salvatore Catarinicchia
  • 25 set, 2017
volantini promozionali
Pubblicità tradizionale o digitale? Meglio entrambe!

Una campagna pubblicitaria ben studiata è senza dubbio uno strumento indispensabile per qualsiasi azienda: un prodotto poco o male reclamizzato infatti è inevitabilmente destinato al fallimento. Ciononostante una domanda regna sovrana al giorno d’oggi: è meglio utilizzare il proprio budget per proseguire con la pubblicità tradizionale, oppure lanciarsi a capofitto nel mondo del digitale?

La risposta, naturalmente, è tutt’altro che scontata; cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza.

"Advertising" 2.0

L’avvento del digitale ha trasformato radicalmente il mondo della pubblicità: le campagne sul web passano ormai attraverso i social network, con annunci studiati per raggiungere un bacino di utenti sempre più preciso. Ma questi messaggi mirati e di rapidissima fruizione possono davvero sostituire la pubblicità tradizionale? 

Tecniche comprovate per aumentare il raggio d'azione

Una prima riflessione riguarda coloro che non utilizzano i social network e internet (e sono tanti): intere fasce di età e categorie di persone rimarrebbero escluse da una campagna pubblicitaria svolta interamente sul web. La pubblicità su supporti materiali può invece raggiungere anche potenziali clienti che apparentemente non rientrano nello standard ideale, ma che per i motivi più svariati possono comunque rivelarsi interessati ai prodotti o ai servizi della tua azienda.

Quindi l’ampiezza del raggio di azione della pubblicità tradizionale può rivelarsi paradossalmente un punto di forza da non sottovalutare.
Inoltre, per quanto uno spot su internet possa essere mirato ed efficace, il vecchio volantino consegnato a mano avrà sempre un impatto emotivo più diretto, intimo e “personale”, contribuendo positivamente a creare un rapporto di fiducia tra il potenziale cliente e l’azienda, soprattutto se si tratta di una realtà molto attiva a livello locale.

Due strategie complementari

Per la maggior parte delle aziende la pubblicità digitale è senza dubbio un’arma efficace, ma deve comunque essere affiancata a supporti più tradizionali. Dai cartelloni pubblicitari ai volantini, dalle insegne alle inserzioni su quotidiani e riviste, la pubblicità “fisica” ha ancora molto da dare.

Il cartaceo e il digitale, in conclusione, sono semplicemente due sistemi non paragonabili tra loro e quindi sono entrambi utili, anche se in modi diversi. Affidarsi a entrambi significa avere la certezza di raggiungere un bacino di utenti variegato e di colpirne l’attenzione con il maggior numero possibile di modalità.

Insomma, il giusto mix di innovazione e tradizione è la ricetta vincente per una pubblicità realmente efficace.
Autore: Salvatore Catarinicchia 18 ott, 2017
Car wrapping e branding aziendale, una coppia vincente!
Sempre più spesso aziende, locali e attività commerciali scelgono il car wrapping come strumento per farsi conoscere, in alternativa o in aggiunta al classico cartellone pubblicitario.
Ma in che cosa consiste esattamente?
Autore: Salvatore Catarinicchia 25 set, 2017
Pubblicità tradizionale o digitale? Meglio entrambe!

Una campagna pubblicitaria ben studiata è senza dubbio uno strumento indispensabile per qualsiasi azienda: un prodotto poco o male reclamizzato infatti è inevitabilmente destinato al fallimento. Ciononostante una domanda regna sovrana al giorno d’oggi: è meglio utilizzare il proprio budget per proseguire con la pubblicità tradizionale, oppure lanciarsi a capofitto nel mondo del digitale?

La risposta, naturalmente, è tutt’altro che scontata; cerchiamo quindi di fare un po’ di chiarezza.
Share by: